lucid dream biennale

cristiano pintaldi opera

è in occasione della 54 esposizione internazionale d’arte di venezia, che abbiamo allestito lo spazio vernissage della personale di cristiano pintaldi, “lucid dreams”, curata dal noto critico d’arte achille bonito oliva; uno spazio che riflette l’artista, ed è proprio difronte ad una delle grandi tele che è scaturita l’idea, “ci sono artisti che rivoluzionano un soggetto, un genere di rappresentazione, anche uno stile, alcuni, però, sono capaci di inventarsi proprio una nuova tecnica esecutiva”. temi di natura filosofica che da 25 anni, continuano a stupire gli spettatori che si vedono materializzare davanti un’immagine.

tipologia

allestimenti

cronologia

giu 2011-ott 2011

superficie

550 mq

committente

bonato milano 1960

designer

pierpaolo filipponi - architetto
andrea del bosco - architetto
sergio bovara - architetto

fotografia

elettra mallaby

magazine

rosso verde e blu, i pixel di un’immagine scomposta ,l’abile riduzione dello spettro dei colori operata da Pintaldi instaura un dialogo tra colori e forme, forzandoci a investigare sia i limiti, sia la sintesi, tra realtà e finzione.

bonito oliva
fabbrica di pixel 02
magazine dettaglio

piquattropunto © 2017. tutti i diritti riservati. p.iva 02139840447. credits